Gigi Proietti

Gigi Proietti è un attore, regista, cantante, doppiatore e comico. Protagonista di molti film e fiction televisive di successo, personalità tra le più complete dello spettacolo italiano, è considerato da molti l'erede artistico di Petrolini.

Gigi Proietti




Gigi Proietti

Categoria: Comici

Gigi Proietti un attore, regista, cantante, doppiatore e comico. Protagonista di molti film e fiction televisive di successo, personalit tra le pi complete dello spettacolo italiano, considerato da molti l'erede artistico di Petrolini.

Gli inizi come cantante

 

Figlio di Romano Proietti, di origini umbre, e della casalinga Giovanna Ceci, dopo aver conseguito il diploma di maturit classica presso il liceo Augusto, si iscrive alla facolt di giurisprudenza dell'universit La Sapienza di Roma, che abbandoner a sei esami dalla laurea. Appassionato di musica sin da bambino, suona la chitarra, il pianoforte, la fisarmonica e il contrabbasso, e nel tempo libero inizia a esibirsi come cantante nelle feste studentesche, nei bar all'aperto, e pi avanti nei night-club pi celebri della capitale.

 

Gigi Proietti Attore nel teatro sperimentale

 

Nello stesso momento inizia a frequentare il corso di mimica del Centro Universitario Teatrale tenuto da Giancarlo Cobelli, il quale nota subito le sue qualit di musicista e lo scrittura per uno spettacolo d'avanguardia da lui diretto, Can Can degli italiani (1963), composto da famosi scrittori quali Ercole Patti e Luigi Malerba, dove mette in musica un aforisma di Ennio Flaiano, Oh come bello sentirsi....

A partire dal 1964 ricopre ruoli di contorno sul palcoscenico con il Gruppo Sperimentale 101 sotto la direzione di Antonio Calenda, dallo stesso Cobelli e anche con Andrea Camilleri, non ancora diventato celebre come scrittore.

Il suo primo ruolo lo recita all'aperto, travestito da upupa, nella rappresentazione de Gli uccelli di Aristofane (1964) diretto da Giuseppe Di Martino.

Dal 1968 ottiene ruoli da protagonista in diversi spettacoli messi in scena dal Teatro Stabile de L'Aquila, tra cui Il Dio Kurt di Alberto Moravia e Operetta di Witold Gombrovicz.

 

Successo nella commedia musicale

 

Il primo, inaspettato successo arriva nel 1970, quando viene improvvisamente chiamato a sostituire Domenico Modugno, ufficialmente a causa di un incidente capitatogli (ma ufficiosamente, sembra, a causa di dissapori con l'autore e co-protagonista della commedia, Renato Rascel) nella parte di Ademar nella commedia musicale di Garinei e Giovannini Alleluja brava gente.

 

Trionfo negli One-Man-Show

 

Dopo aver recitato nel 1974 il ruolo di Neri Chiaramantesi nel dramma di Sem Benelli La cena delle beffe, accanto a Carmelo Bene e Vittorio Gassman, nel 1976 stringe un proficuo sodalizio con lo scrittore Roberto Lerici, insieme al quale scrive e dirige i suoi spettacoli, rimasti nella storia, A me gli occhi, please! (1976), riportato in scena nel 1993, 1996 e nel 2000, in una memorabile performance allo Stadio Olimpico della sua citt natale, oltre a Come mi piace (1983), Leggero leggero (1991) e, per la televisione, Attore, amore mio (1982) e Io, a modo mio (1985).

In questi spettacoli Proietti, totalmente privo di guida registica, ha modo di scatenare la sua verve attoriale come monologhista, cantante, imitatore, ballerino, in estenuanti tour de force che ottengono un dirompente successo di pubblico; dalle 6 serate inizialmente previste si superano agevolmente le 300, con oltre 2000 spettatori di media a riempire i teatri tenda e i palasport di tutta l'Italia, ammirato e stimato anche da importanti personalit come Federico Fellini (il quale dapprima pensa a lui per il ruolo di Casanova nel suo film Il Casanova di Federico Fellini, poi assegnato a Donald Sutherland e del quale sar un efficace doppiatore) ed Eduardo De Filippo.

La collaborazione tra Proietti e Lerici si pu benissimo paragonare a quella, altrettanto proficua, tra Giorgio Gaber e Sandro Luporini per il teatro canzone.

Dopo la morte di Lerici, avvenuta nel 1992 per infarto, Proietti porta in scena e dirige altri due spettacoli solisti, Prove per un recital (1996) e Io, Toto e gli altri (2002).

Nel 2006 ha portato in tour lo spettacolo "Serata d'Onore" premiato il 20 agosto all' Arena di Catanzaro con il "Riccio d'Argento" come migliore spettacolo dell'anno nella rassegna "Fatti di Musica" ideata e diretta da Ruggero Pegna.

 

Direttore artistico e regista

 

Dal 1978 assume la direzione artistica insieme a Sandro Merli del Teatro Brancaccio di Roma, creando un suo Laboratorio di Esercitazioni Sceniche per i giovani attori (la stessa cosa far Vittorio Gassman con la sua Bottega Teatrale di Firenze), portando in scena con i suoi allievi durante gli anni '80 numerosi spettacoli assai apprezzati.

Nello stesso momento si cimenta anche con la rega teatrale, specializzandosi in adattamenti teatrali di successi cinematografici, oltre a curare la messa in scena di diverse opere liriche tra il 1983 e il 2002.

Nel 1996 scrive e dirige un suo testo, Mezzefigure, mentre nel 1998 la voce del narratore della fiaba Pierino e il lupo di Sergej Prokofiev, sotto la direzione orchestrale di Enrique Mazzola.

Nel 2005 dirige Pino Quartullo e Sandra Collodel in Quella del piano di sopra, commedia brillante di Pierre Chesnot replicata nelle stagioni successive, ottiene un notevole successo accanto a Sabrina Ferilli e Maurizio Micheli nella versione moderna nel classico di Hennequin e Veber La Presidentessa (gi interpretato da lui nel 1968 per la rega di Franco Enriquez) portato pi volte in tourne.

Dal 2007 non pi direttore artistico del Teatro Brancaccio ma del GranTeatro di Roma.

 

Attore cinematografico

 

Nel 1966 debutta contemporaneamente sul grande e piccolo schermo.

Al cinema non per un vero debutto poich gi a quattordici anni viene scritturato come comparsa nel film Il nostro campione, diretto nel 1955 da Vittorio Duse.

In ogni caso il suo primo ruolo, per una curiosa coincidenza, quello di un maresciallo dei carabinieri, lo stesso che trenta anni dopo lo porta alla grandissima notoriet.

Tinto Brass il primo regista a valorizzarlo con un ruolo da protagonista nel suo film L'urlo del 1968, quindi partecipa a film di Bolognini, Monicelli, Petri e Magni, ma forse soltanto Alberto Lattuada gli offre un ruolo pienamente compiuto sul versante drammatico nel film Le far da padre (1974).

Partecipa inoltre ad alcuni film americani diretti da registi di prestigio come Lumet, Altman e Ted Kotcheff, nonch col francese Bertrand Tavernier.

fuor di dubbio che il suo ruolo brillante pi celebre sia quello dello sfortunato indossatore Bruno Fioretti, che inventa qualsiasi stratagemma per poter giocare ai cavalli in societ con alcuni suoi amici perdendo regolarmente, nella commedia di Steno Febbre da cavallo (1976), diventata col tempo un vero oggetto di culto tanto che nel 2002 se ne realizzer un sequel a furor di popolo, Febbre da cavallo - La mandrakata, diretto dal figlio di Steno, Carlo Vanzina, definito dallo stesso attore un ritorno sul luogo del delitto.

Si cimenta con successo anche nel campo del doppiaggio, dove inizia nel 1964 prestando la voce al Gatto Silvestro dei cartoon della Warner Bros, quindi a celebri divi del grande schermo come Robert De Niro, Sylvester Stallone, Richard Burton, Richard Harris, Dustin Hoffman, Charlton Heston e Marlon Brando, nonch per George Segal in Tenderly di Franco Brusati e persino a Michel Piccoli nel Diabolik di Mario Bava.

notevole il suo pirotecnico doppiaggio del personaggio del genio della lampada nel film Aladdin (1992), prodotto dalla Walt Disney Pictures, che ripeter anche nei due sequel distribuiti soltanto in home video, Il ritorno di Jafar e Aladdin e il re dei ladri e persino in due videogames ispirati al film, La sfida per Agrabah e La bottega dei giochi di Aladdin.

 

Attore televisivo

Nel 1966 Proietti debutta in televisione nello sceneggiato I grandi camaleonti, diretto da Edmo Fenoglio. Insieme a Ugo Gregoretti compare in ruoli soddisfacenti, come quello del truffatore Alfred Jingle nella trasposizione del romanzo Il circolo Pickwick di Charles Dickens (1967), dove compone e canta anche la sigla finale, La ballata di Pickwick. Proprio durante le sedute di registrazione di questa canzone, incontra un giovane di Poggio Bustone, che in quel brano suona la chitarra, musicista sotto contratto con la casa discografica Ricordi e destinato alla grande notoriet, Lucio Battisti.

Sar il loro primo e ultimo incontro, ricordato in seguito dallo stesso Proietti in un'intervista durante una trasmissione celebrativa sul cantante.

Con Gregoretti lavora ancora nel 1973 in uno spettacolo sperimentale che tenta di fondere il variet con lo sceneggiato, Sabato sera dalle 9 alle 10, dove Proietti conduttore, compone e canta la sigla iniziale e interpreta quattro ruoli, e infine in uno sceneggiato ispirato ad Emilio Salgari, Le tigri di Mompracem (1974), ricordato per il largo uso del chroma-key, dove interpreta il ruolo di Sandokan due anni prima di Kabir Bedi.

Insieme ad Antonello Falqui raggiunge la vetta massima a livello artistico sul piccolo schermo, col variet Fatti e fattacci (1975), insieme a Ornella Vanoni, Giustino Durano e Massimo Giuliani, girato a colori, dove interpreta il cantastorie di una scalcinata compagnia di saltimbanchi in un viaggio a puntate attraverso il folklore di quattro citt italiane, Roma, Milano, Napoli e Palermo.

Alla Sicilia dedicher ancora un omaggio in quello stesso anno, cantando in dialetto siciliano la celeberrima Ballata di Carini, musicata da Romolo Grano e utilizzata come sigla iniziale del film L'amaro caso della baronessa di Carini (1975), diretto da Daniele D'Anza, con Ugo Pagliai e Janet Agren.

 

Conduttore e regista televisivo

 

Nel 1981 rientra in televisione con lo sceneggiato Fregoli diretto da Paolo Cavara, ispirato alla vita del grande trasformista Leopoldo Fregoli e suo ennesimo tour de force, nel quale riveste i panni di ben 75 personaggi, oltre a comporre e cantare la sigla di chiusura, Prima de pija' sonno.

Inoltre conduttore dei variet Fantastico 4 (1983) diretto da Enzo Trapani e Di che vizio sei? (1988) per la rega di Adolfo Lippi.

Come regista televisivo debutta nel 1990 con una delle prime sitcom italiane, Villa Arzilla, basato sulle vicende di un gruppo di anziani pensionanti in una casa di riposo, dove appare in brevi cameo come giardiniere della villa, e dove riunisce un bel gruppo di grandi attori e attrici del passato come Giustino Durano, Fiorenzo Fiorentini, Ernesto Calindri, Marisa Merlini e Caterina Boratto.

Otto anni pi tardi si dirige nel film Un nero per casa (1998) dove interpreta la parte principale di un architetto.

 

I trionfi sul piccolo schermo

 

Nel 1992 inizia a ottenere un consistente successo con le serie di telefilm Un figlio a met, bissato dal seguito Un figlio a met - un anno dopo (1994), diretti da Giorgio Capitani, dove interpreta il ruolo di un doppiatore cinematografico (che esercita anche nella realt e con successo), quindi sempre diretto da Capitani nella sitcom Italian Restaurant (1994) con Nancy Brilli dove il proprietario di un ristorante (nella realt Proietti, per breve tempo, ha effettivamente gestito un ristorante).

Nel 1996 arriva il trionfo inaspettato della serie televisiva Il Maresciallo Rocca, creato dalla coppia di scrittori Laura Toscano e Franco Marotta e ancora diretto da Capitani nella quale l'attore romano interpreta il ruolo di Giovanni Rocca, vedovo con tre figli a carico, maresciallo comandante della stazione dei Carabinieri di Viterbo, che tra un caso e l'altro si innamora di una deliziosa farmacista, interpretata da Stefania Sandrelli (nella vita reale Proietti non ha fatto il militare per esubero di leva).

La serie, partita in sordina, conquista i favori del pubblico fino a superare agevolmente i dieci milioni di spettatori e a mettere in seria concorrenza trasmissioni ampiamente collaudate come il Festival di Sanremo. Il colossale successo impone ai due autori, ai registi (al veterano e collaudato Capitani si alternano Lodovico Gasparini, Jos Maria Snchez e Fabio Jephcott) e al protagonista ben cinque sequel realizzati tra il 1998 e il 2005. Proietti interpreter un altro personaggio creato da Toscano e Marotta, l'Avvocato Porta, in due serie dirette da Franco Giraldi, ma con minor successo.

Nel 2005, dopo essere apparso come veterinario in un film diretto da Jos Maria Snchez, il 19 marzo uno degli ospiti d'onore nella fortunata trasmissione di Renzo Arbore Speciale per me - meno siamo meglio stiamo, dove canta tre canzoni sue, tra le quali la celeberrima Chi me l'ha fatto fa', e si produce nella divertente recitazione de Il lonfo, probabilmente la pi nota delle poesie metasemantiche di Fosco Maraini, recitata successivamente anche nella puntata del 7 febbraio 2007 della trasmissione Parla con me, condotta su Raitre da Serena Dandini.

 

Attore radiofonico

 

Alla radio incontra un notevole successo nella celeberrima trasmissione Gran Variet, dove partecipa durante le stagioni 1973-1974 interpretando il personaggio di un ladruncolo, e in quella del 1975-1976, dove un irresistibile conquistatore femminile che a parole (e con tre ipotesi) infallibile, e alla prova dei fatti accumula continui disastri, ma non si abbatte mai, come canta inesorabile accompagnandosi alla chitarra alla fine dei suoi sketch.

Personaggio tra i pi azzeccati della sua carriera, lancia un tormentone di successo (Invidiosi!) destinato a rimanere nel ricordo.

Dietro il microfono torner soltanto nel 1995 come voce narrante dello sceneggiato Belfagor, ovvero il fantasma del Louvre.

Personalit multiforme e poliedrica dello spettacolo italiano, si cimenta anche nella poesia, seguendo l'esempio del Belli, di Trilussa e dello stesso Petrolini, componendo diversi sonetti pubblicati negli anni '90 in una rubrica del quotidiano romano Il Messaggero.

Compare in diversi spot pubblicitari, tra cui quello ultimo, notissimo, per una marca di caff. Partecipa inoltre al Festival di Sanremo del 1995, insieme a Peppino Di Capri e Stefano Palatresi, col nome di Trio Melody, dove presenta il brano Ma che ne sai... (...se non hai fatto il piano bar).

Artista esuberante e simpatico sulla scena quanto riservatissimo sulla sua vita privata, sposato con una ex guida turistica svedese e ha avuto due figlie.

 

Filmografa

 

Attore cinematografico

 

1955: Il nostro campione, rega di Vittorio Duse (comparsa)

1966: Le piacevoli notti (secondo episodio), rega di Armando Crispino e Luciano Lucignani (nel ruolo del maresciallo dei carabinieri Mario Di Colli)

1967: La ragazza del bersagliere, rega di Alessandro Blasetti (nel ruolo dell'elettrotecnico Cesare)

1967: Lo scatenato, rega di Franco Indovina (nel ruolo del truccatore)

1968: L'urlo, rega di Tinto Brass (nel ruolo del giovane attore anarchico "Coso", distribuito nelle sale soltanto nel 1974)

1969: La matriarca, rega di Pasquale Festa Campanile (nel ruolo del faccendiere)

1969: Una ragazza piuttosto complicata, rega di Damiano Damiani (nel ruolo di Pietro)

1969: La virt sdraiata (The Appointment), rega di Sidney Lumet (nel ruolo dello stilista)

1970: Brancaleone alle crociate, rega di Mario Monicelli (nei ruoli del megapeccatore Pattume, dello stilita Colombino e la voce della Morte)

1970: Dropout, rega di Tinto Brass (nel ruolo del cieco)

1971: Bub, rega di Mauro Bolognini (nel ruolo del magnaccia)

1971: La mortadella, rega di Mario Monicelli (nel ruolo di Michele Bruni)

1972: Gli ordini sono ordini, rega di Franco Giraldi (nel ruolo di Mario)

1973: Meo Patacca, rega di Marcello Ciorciolini (nel ruolo di Meo Patacca)

1973: La propriet non pi un furto, rega di Elio Petri (nel ruolo di Paco)

1973: La Tosca, rega di Luigi Magni (nel ruolo di Mario Cavaradossi)

1974: Le far da padre, rega di Alberto Lattuada (nel ruolo di Saverio Mazzacolli)

1975: Conviene far bene l'amore, rega di Pasquale Festa Campanile (nel ruolo del professor De Marchi)

1976: Bordella, rega di Pupi Avati (nel ruolo di Ivanoe Zuccoli)

1976: Chi dice donna, dice... donna, rega di Tonino Cervi (episodi Pap e mamma, nel ruolo di Sonia la maman e Ma non ci sposano, nel ruolo di Filippo)

1976: L'eredit Ferramonti, rega di Mauro Bolognini (nel ruolo di Pippo Ferramonti)

1976: Febbre da cavallo, rega di Steno (nel ruolo di Bruno Fioretti, detto Mandrake)

1976: Languidi baci... perfide carezze, rega di Alfredo Angeli (nel ruolo di Orfeo Scardamazzi)

1977: Casotto, rega di Sergio Citti (nel ruolo di Gigi Angeletti)

1978: Un matrimonio (A wedding), rega di Robert Altman (nel ruolo di Dino Corelli)

1978: Qualcuno sta uccidendo i pi grandi cuochi d'Europa (Who is killing chefs of Europe?), rega di Ted Kotcheff (nel ruolo del commissario Ravello)

1979: Due pezzi di pane, rega di Sergio Citti (nel ruolo dell'oste Destino)

1980: Non ti conosco pi amore, rega di Sergio Corbucci (nel ruolo del dottor Alberto Spinelli)

1982: Di padre in figlio, rega di Vittorio Gassman e Alessandro Gassman (se stesso)

1983: F.F.S.S. cio che mi hai portato a fare sopra Posillipo se non mi vuoi pi bene, rega di Renzo Arbore (nel ruolo di Curtatone)

1983: Gli innocenti vanno all'estero, rega di Luciano Salce (nel ruolo della guida turistica Ferguson)

1984: Mi faccia causa, rega di Steno (nel ruolo di Luigi Marchetti)

1985: Sogni e bisogni, rega di Sergio Citti (episodio Micio micio, nel ruolo del meccanico)

1993: Le mille bolle blu, rega di Leone Pompucci (voce narrante)

1994: Eloise, la figlia di d'Artagnan (La fille de d'Artagnan), rega di Bertrand Tavernier (nel ruolo del cardinal Mazzarino)

1999: Panni sporchi, rega di Mario Monicelli (nel ruolo del professor Rodolfo Melchiorri)

2002: Febbre da cavallo - La mandrakata, rega di Carlo Vanzina (nel ruolo di Bruno Fioretti, detto Mandrake, sequel del film di Steno del 1976)

2004: Le barzellette, rega di Carlo Vanzina (nei ruoli di tre camerieri, un messicano, un contadino, un avvocato, il signore del 18, un infermiere e il Padreterno)

 

Attore televisivo 

 

1966: I grandi camaleonti di Federico Zardi, rega di Edmo Fenoglio (nel ruolo del generale Moreau)

1967: Missione Wiesenthal, originale tv, rega di Vittorio Cottafavi (nel ruolo di un prigioniero tedesco)

1967: Il circolo Pickwick di Charles Dickens, rega di Ugo Gregoretti (nel ruolo del truffatore Alfred Jingle)

1970: La fantastica storia di don Chisciotte della Mancia da Miguel de Cervantes, rega di Carlo Quartucci (nel ruolo di don Chisciotte)

1972: Il viaggio di Astolfo da Ludovico Ariosto, rega di Vito Molinari (nel ruolo di Astolfo)

1973: Sabato sera dalle 9 alle 10, variet-sceneggiato in 4 puntate, rega di Ugo Gregoretti (nei ruoli di un ladro, un luminare, un play-boy e un clochard, e il conduttore)

1974: La tigre di Mompracem da Emilio Salgari, rega di Ugo Gregoretti (nel ruolo di Sandokan)

1975: Romanzo popolare: I ladri dell'onore da Carolina Invernizio, rega di Ugo Gregoretti

1975: Fatti e fattacci di Gigi Proietti e Roberto Lerici, rega di Antonello Falqui (nel ruolo del cantastorie di una compagnia di saltimbanchi)

1981: Fregoli di Roberto Lerici e Paolo Cavara, rega di Paolo Cavara (nel ruolo di Leopoldo Fregoli) 1983: Facciaffitasi, serie telefilm, rega di Jos Maria Snchez

1988: Una donna tutta sbagliata, film tv, rega di Mauro Severino (se stesso)

1990: Villa Arzilla, sitcom, rega di Gigi Proietti (nel ruolo del giardiniere della villa, anche soggetto e sceneggiatura)

1990: Club '92, rega di Antonio Gerotto (nel ruolo del padrone di casa)

1992: Un figlio a met, film tv, rega di Giorgio Capitani (nel ruolo del doppiatore Sandro Giacomelli)

1993: Passioni, soap-opera, rega di Fabrizio Costa (nel ruolo di fra' Joao)

1994: Un figlio a met - un anno dopo, film tv, rega di Giorgio Capitani (nel ruolo del doppiatore Sandro Giacomelli)

1994: Italian Restaurant, sitcom, rega di Giorgio Capitani (nel ruolo del ristoratore Giulio Broccoli, anche sceneggiatura) 1996: Il maresciallo Rocca, serie di 8 film tv (Una morte annunciata, Senso di colpa, Morte di una ragazza polacca, Violenza privata, Morire d'amore, L'ostaggio, L'amica del cuore e La vendetta), rega di Giorgio Capitani (nel ruolo di Giovanni Rocca)

1997: Avvocato Porta, film tv, rega di Franco Giraldi (nel ruolo di Antonio Porta)

1998: Il maresciallo Rocca 2, serie di 4 film tv (Un maledetto incastro, Senza perch, Un delitto diverso ed Enigma finale), rega di Giorgio Capitani e Ludovico Gasparini (nel ruolo di Giovanni Rocca)

1998: Un nero per casa, film tv, rega di Gigi Proietti (nel ruolo dell'architetto Lorenzo Paradisi) 2000: Avvocato Porta - le nuove storie, film tv, rega di Franco Giraldi (nel ruolo di Antonio Porta)

2001: Il maresciallo Rocca 3, serie di 4 film tv (Un grido nel buio, Il mistero dello scheletro, Crudele destino e Ultima sfida), rega di Giorgio Capitani e Jos Maria Snchez (nel ruolo di Giovanni Rocca)

2003: Il maresciallo Rocca 4, serie di 6 film tv (Senza perdono, Un amore grande, Per fatto personale, La ragazza col cagnolino, Veleni e L'ultima sfida), rega di Giorgio Capitani e Fabio Jephcott (nel ruolo di Giovanni Rocca)

2004: Mai storie d'amore in cucina, film tv, rega di Giorgio Capitani e Fabio Jephcott (nel ruolo del ristoratore Marcello Bruni)

2005: Il veterinario, film tv, rega di Jos Maria Snchez (nel ruolo del dottor Gigi Garulli)

2005: Il maresciallo Rocca 5, serie di 6 film tv (Il mistero di Santa Brigida, Menzogne, La trappola, Il figlio di nessuno, Il male ritorna) rega di Giorgio Capitani e Fabio Jephcott (nel ruolo di Giovanni Rocca)

2008: Il maresciallo Rocca e l'amico d'infanzia, film tv, rega di Giorgio Capitani (nel ruolo di Giovanni Rocca) Regista televisivo [modifica] 1990: Villa Arzilla (sit-com)

1998: Un nero per casa (film tv)

2004: Serata d'onore (trasmissione)

 

Doppiatore cinematografico

 

 1966: Chi ha paura di Virginia Woolf? (Who's afraid of Virginia Woolf?), rega di Mike Nichols (voce di Richard Burton)

1966: Tre uomini in fuga (La grande vadrouille), rega di Grard Oury (voce di Bourvil)

1966: Diabolik, rega di Mario Bava (voce di Michel Piccoli)

1966: Un angelo per Satana, rega di Camillo Mastrocinque (voce di Aldo Berti)

1967: Camelot, rega di Joshua Logan (voce di Richard Harris)

1967: Riflessi in un occhio d'oro (Reflections in a golden eye), rega di John Huston (voce di Marlon Brando)

1967: Agente speciale L.K. - operazione Re Mida, rega di Jess Franco (voce di Roy Danton)

1968: Tenderly, rega di Franco Brusati (voce di George Segal)

1970: Un uomo chiamato Cavallo (A man called Horse), rega di Elliott Silverstein (voce di Richard Harris)

1972: Mean Streets, rega di Martin Scorsese (voce di Robert De Niro) 1974: Lenny, rega di Bob Fosse (voce di Dustin Hoffman)

1975: Salon Kitty, rega di Tinto Brass (voce di Helmut Berger)

1976: Rocky, rega di John G. Avildsen (voce di Sylvester Stallone)

1976: Gli ultimi fuochi (The last Tycoon), rega di Elia Kazan (voce di Robert De Niro)

1976: Il Casanova di Federico Fellini, rega di Federico Fellini (voce di Donald Sutherland) 1977: Furia, serial tv statunitense (prima voce di Peter Greaves)

1978: F.I.S.T., rega di Norman Jewison (voce di Sylvester Stallone)

1992: Aladdin, rega di Ron Muskeers (voce del Genio della Lampada)

1993: I visitatori (Les visiteurs), rega di Jean Marie Poir (voce di Jean Reno)

1996: Casin, rega di Martin Scorsese (voce di Robert De Niro)

1996: Hamlet, rega di Kenneth Branagh (voce di Charlton Heston)

1996: Dragonheart - cuore di drago (Dragonheart), rega di Rob Cohen (voce del drago)

1998: La spada magica - alla ricerca di Camelot, rega di Frederick Du Chan (voce di Cornwall e di Devon)

 

Teatrografa

 

Attore teatrale 

 

 1963: Can Can degli italiani, rega di Giancarlo Cobelli (mette in musica ed esegue un aforisma di Ennio Flaiano)

1964: Gli uccelli di Aristofane, rega di Giuseppe Di Martino (recita all'aperto travestito da upupa)

1964: Romolo il grande di Friedrich Drrenmatt, rega di Giuseppe Di Martino

1964: La caserma delle fate, testo e rega di Giancarlo Cobelli

1965: L'arbitro di Luigi Pistilli, rega di Giorgio Magliulo

1965: La maschera e il volto di Luigi Chiarelli (nel ruolo dell'avvocato Luciano Spina)

1965: Il mercante di Venezia di William Shakespeare, rega di Ettore Giannini (nei ruoli di Menestrello, Selerio e Selerino)

1965: Direzione memorie di Corrado Augias, rega di Antonio Calenda (col Gruppo Sperimentale 101)

1965: Il re Cervo di Carlo Gozzi, rega di Andrea Camilleri

1966: Gioco con la scimmia di Enrico Filippini, rega di Antonio Calenda (col Gruppo Sperimentale 101)

1967: Il desiderio preso per la coda di Pablo Picasso, rega di Antonio Calenda (col Gruppo Sperimentale 101, nel ruolo di Picasso)

1967: Il misantropo di Molire (nel ruolo di Acasto)

1968: Le mammelle di Tiresia di Guillaume Apollinaire, rega di Antonio Calenda (col Gruppo Sperimentale 101)

1968: La Celestina di Fernando De Rojas, rega di Antonio Calenda (col Gruppo Sperimentale 101, interpretato con Laura Adani, Paila Pavese, Marisa Belli)

1968: Riflessi di conoscenza di Corrado Augias, rega di Antonio Calenda (col Gruppo Sperimentale 101)

1968: Il tubo e il cubo di Augusto Frassineti, rega di Antonio Calenda (col Gruppo Sperimentale 101)

1968: La Presidentessa di Maurice Hennequin e Peter Veber, rega di Franco Enriquez (nel ruolo di Octave Rosiman)

1969: Nella giungla delle citt di Bertolt Brecht, rega di Antonio Calenda (col Gruppo Sperimentale 101, nel ruolo di George Garga)

1969: Coriolano di William Shakespeare, rega di Antonio Calenda (col Gruppo Sperimentale 101, nel ruolo principale di Coriolano)

1969: Il dio Kurt di Alberto Moravia, rega di Antonio Calenda (col Gruppo Sperimentale 101, nel ruolo principale di Kurt)

1969: Operetta di Witold Gombrowicz, rega di Antonio Calenda (col Gruppo Sperimentale 101)

1970: Alleluja brava gente, commedia musicale di Renato Rascel, Domenico Modugno e Iaia Fiastri, rega di Garinei e Giovannini (nel ruolo di Ademar)

1974: La cena delle beffe, dramma di Sem Benelli, rega di Carmelo Bene (nel ruolo di Neri Chiaramantesi)

1976: A me gli occhi, please! di Gigi Proietti e Roberto Lerici, rega di Gigi Proietti (one-man-show, riportato in scena con nuove versioni nel 1993, 1996 e nel 2000 allo Stadio Olimpico di Roma)

1978: Commedia di Gaetanaccio di Luigi Magni, rega di Gigi Proietti (nel ruolo principale di Gaetanaccio)

1979: Caro Petrolini da scritti di Ettore Petrolini, rega di Gigi Proietti (nei ruoli di Tiberio, Archimede, Benedetto e le macchiette, con gli allievi del suo Laboratorio di Esercitazioni Sceniche)

1980: Il bugiardo di Carlo Goldoni, rega di Ugo Gregoretti (nel ruolo di Lelio de' Bisognosi)

1981: Stanno suonando la nostra canzone di Neil Simon, rega di Gigi Proietti (nel ruolo di Vernon Gersh)

1981: Edipo re di Sofocle, rega di Vittorio Gassman (nel ruolo del Nunzio) 1983: Come mi piace di Gigi Proietti e Roberto Lerici, rega di Gigi Proietti (one-man-show) 1985: Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand, rega di Gigi Proietti ed Ennio Coltorti (nel ruolo di Cyrano)

1988: Liol di Luigi Pirandello, rega di Gigi Proietti (nel ruolo di Liol)

1989: I sette re di Roma di Luigi Magni, rega di Pietro Garinei (nei ruoli dei sette re, Enea, Tiberino, Fauno Luperco e il Papa)

1989: Edmund Kean di Raymund Fitzsimmons, rega di Gigi Proietti (nel ruolo di Kean)

1991: Leggero leggero di Gigi Proietti e Roberto Lerici, rega di Gigi Proietti (one-man-show)

1994: Per amore e per diletto da materiali di Ettore Petrolini (nuovo allestimento dopo quello del 1987, nei ruoli di Gastone, Archimede e Benedetto)

1996: Prove per un recital, testo e rega di Gigi Proietti (one-man-show)

1996: La morte dell'arcivescovo di Brindisi, testo e rega di Giancarlo Menotti (voce narrante)

1996: Il giudizio universale di Claudio Ambrosini, ispirato alla sceneggiatura del film omonimo di Vittorio De Sica e Cesare Zavattini, rega di Vincenzo Grisostomi (voce che annuncia il Giudizio Universale)

1998: La Piet, testo e rega di Vincenzo Cerami su musiche di Nicola Piovani (voce narrante)

2000: Socrate, adattamento di Vincenzo Cerami dai Dialoghi di Platone, rega di Gigi Proietti (nel ruolo di Socrate)

2002: Io, Tot e gli altri, testo e rega di Gigi Proietti (one-man-show)

2004: Serata d'Onore, testo e regia di Gigi Proietti (one-man-show) 2006: Ma l'amor mio non muore, dai materiali di Ettore Petrolini

2007: Buonasera...variet di fine stagione, di e con Gigi Proietti

 

Regista teatrale

1976: A me gli occhi, please! di Gigi Proietti e Roberto Lerici (one-man-show, riportato in scena con nuove versioni nel 1993, 1996 e nel 2000 allo Stadio Olimpico di Roma)

1978: Commedia di Gaetanaccio di Luigi Magni (anche attore)

1979: Caro Petrolini da scritti di Ettore Petrolini (anche attore, con gli allievi del suo Laboratorio di Esercitazioni Sceniche)

1981: Stanno suonando la nostra canzone di Neil Simon (anche attore accanto a Loretta Goggi, riportato in scena nel 1998)

1983: Come mi piace di Gigi Proietti e Roberto Lerici (one-man-show)

1985: Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand (co-rega Ennio Coltorti, anche attore)

1987: Per amore e per diletto da materiali di Ettore Petrolini (solo rega, con gli allievi del suo Laboratorio di Esercitazioni Sceniche, riportato in scena nel 1994)

1988: Liol di Luigi Pirandello (anche attore)

1989: Guardami negli occhi di Georges Feydeau (solo rega)

1989: Karin di Arieh Chen (solo rega) 1989: Edmund Kean di Raymund Fitzsimmons (anche attore)

1991: Leggero leggero di Gigi Proietti e Roberto Lerici (one-man-show)

1991: Due dozzine di rose scarlatte di Aldo De Benedetti (solo rega) 1991: La pulce nell'orecchio di Georges Feydeau (solo rega)

1992: Cose di casa di Paola Tiziana Cruciani (solo rega)

1993: Casa di frontiera di Gianfelice Imparato (solo rega; nel 2001 dalla commedia teatrale, Massimo Costa dirige la versione cinematografica, La Repubblica di San Gennaro)

1996: La Capannina di Andr Roussin (solo rega)

1996: Prove per un recital (one-man-show)

1996: Mezzefigure (solo testo e rega)

1998: Stanno suonando la nostra canzone di Neil Simon (solo rega, nuovo allestimento dopo quello del 1981)

1999: Dramma della gelosia, adattamento dalla sceneggiatura del film Dramma della gelosia - tutti i particolari in cronaca di Ettore Scola (solo rega)

2000: Socrate, adattamento di Vincenzo Cerami dai Dialoghi di Platone (anche attore)

2000: Taxi a due piazze di Ray Cooney (solo rega, nuova rappresentazione nel 2005)

2001: Falstaff e le allegre comari di Windsor di William Shakespeare e Arrigo Boito, con Giorgio Albertazzi (solo rega)

2001: Full Monty di Terence McNally e David Yazbeck, adattamento teatrale del film omonimo con Giampiero Ingrassia e Rodolfo Lagan (solo rega)

2002: Una Martin's De Luxe di Claudio Pallottini (solo rega)

2002: Io, Tot e gli altri (one-man-show) 2003: Non ti conosco pi di Aldo De Benedetti (solo rega)

2003: Romeo e Giulietta di William Shakespeare (solo rega, nuova rappresentazione nel 2005)

2004: Stregata dalla luna di John Patrick Shanley, adattamento teatrale dal film Moonstruck (solo rega)

2005: Quella del piano di sopra di Pierre Chesnot, con Pino Quartullo e Sandra Collodel (solo rega)

2005: La Presidentessa di Maurice Hennequin e Peter Veber, con Sabrina Ferilli e Maurizio Micheli (solo rega)

2006: Liol di Luigi Pirandello, con Gianfranco Jannuzzo e Manuela Arcuri (solo regia)

 

Regista di opere liriche

 

1983: Tosca di Giacomo Puccini

1985: Don Pasquale di Gaetano Donizetti

1985: Falstaff di Giuseppe Verdi

1986: Le nozze di Figaro di Wolfgang Amadeus Mozart (nuova rappresentazione nel 2005)

1995: Benvenuto Cellini di Hector Berlioz

2002: Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart

 

Compositore e cantante

Discografa 45 e 33 giri

 

1963: Oh, come bello sentirsi..., compone e canta un aforisma di Ennio Flaiano nello spettacolo teatrale Can Can degli italiani

1967: La ballata di Pickwick, compone e canta la sigla finale dello sceneggiato Il circolo Pickwick, con Lucio Battisti alla chitarra (mai pubblicata su disco)

1970: Amaro fiore mio, canta nella commedia musicale Alleluja brava gente (45 giri RCA PM 3615)

1970: Lo Paradiso, canta nella commedia musicale Alleluja brava gente (45 giri RCA PM 3615)

1970: Non piangere, compone e canta nel film Dropout

1971: Se io non ci sar, compone e canta nel film La vacanza, rega di Tinto Brass, non comparendo come attore nella pellicola (33 giri General Music ZSLGE 55062)

1971: La voglia di scannarli tutti tanti, compone e canta nel film La vacanza, rega di Tinto Brass, non comparendo come attore nella pellicola (33 giri General Music ZSLGE 55062)

1972: Fantasia, portami via..., compone e canta nello sceneggiato Il viaggio di Astolfo

1973: Meo Patacca, compone e canta nel film Meo Patacca (33 giri RCA OC 28)

1973: Quante n'avemo viste, compone e canta nel film Meo Patacca (33 giri RCA OC 28)

1973: Quando 'na donna se pente, compone e canta nel film Meo Patacca (33 giri RCA OC 28)

1973: Nun je da' retta Roma, compone e canta nel film La Tosca (33 giri RCA OC 36)

1973: Mi madre morta tisica, canta nel film La Tosca (33 giri RCA OC 36)

1973: Che brutta fine ha fatto il nostro amore, compone e canta la sigla finale del variet Sabato sera dalle 9 alle 10 (45 giri RCA TPBO 1005)

1973: Lettera ad un amico, compone e canta (45 giri RCA TPBO 1005)

1973: Me so' magnato er fegato (di Claudio Baglioni e Antonio Coggio), canta (45 giri RCA TPBO 1094)

1975: La ballata di Carini (di anonimo arrangiata da Romolo Grano), canta in dialetto siciliano nella sigla iniziale dello sceneggiato L'amaro caso della baronessa di Carini (45 giri RCA TBBO 1184)

1976: Sono un uomo semplice con i peli sul petto, canta nel film Languidi baci... perfide carezze (45 giri RCA TPBO 1268)

1976: Dove andata Mar, compone e canta (45 giri RCA TPBO 1268)

1978: Me vie' da piagne, compone e canta nella commedia musicale Gaetanaccio (45 giri RCA BB 6279)

1978: Tango della morte, compone e canta nella commedia musicale Gaetanaccio (45 giri RCA BB 6279)

1981: Prima de pija' sonno, compone e canta la sigla finale dello sceneggiato Fregoli (45 giri RCA BB 6502)






Vuoi Avere BIGLIETTI OMAGGIO e NEWS per gli spettacoli ?

Iscriviti alla newsletter Gratuita di Cabaret Eventi !

Tuo Nome:   Tua E-mail:  


Archivio Storico Eventi

Commenti

1

MEMORABILMNTE STRAORDINARIO IL tuo Marcolino!!!!

# - scritto da Marco - Lunedi, 08.06.2009 ore 19:14:19

2

.....e scusate se è poco..!!!!!!!!

# - scritto da Antonio ROSSI - Sabato, 17.03.2012 ore 00:41:28

Inserisci un Commento


Modulo inserimento commento  
(obbligatorio)
(obbligatorio)
Rendi il tuo indirizzo email visibile

Scrivi il codice indicato nell'immagine nel seguente campo di testo:

Confermo di aver letto ed accettato l'informativa allegata sul trattamento dei dati personali (legge sulla privacy).